Sulle tracce dei Massi Erratici ed altre sorprese!

Promossa da: via Romea Canavesana in collaborazione con: Prof. ssa Luigina ENRICO

Data : domenica, 14 maggio 2017 alle ore 08:45 nel comune di: Scarmagno come arrivare Come raggiungere il comune


Per maggiori informazioni o chiarimenti contattare:

Programma:

Oggi partiremo alla scoperta di luoghi poco conosciuti che si trovano nei pressi del percorso principale delle via Romea Canavesana; di meraviglie proprie del piccolo anfiteatro morenico dove, accanto alle opere della natura, emergono eloquenti ed antichi segni della fatica e della religiosità umane, nascosti o trascurati ma ricchi di storia.

 

 
 
* Ore 08.45 Ritrovo a Bessolo (frazione di Scarmagno), piazzale del Cimitero, comodo posteggio.
* Partenza verso la località Pietra Grossa, breve sosta in cui si apprezzeranno un po' di geologia e un po' di storia (Km 1).
* Seguiremo il sentiero dei massi erratici, i veri gioielli donati dall'antico ghiacciaio (Km 2).
* Strada di Rovasina, costeggeremo i ruderi dei  muretti a secco (Km 2)
* Raggiunta la località di Vialfrè, visiteremo la chiesa cimiteriale di San Pietro risalente all'XI secolo. (Km 1)
* Pranzo al sacco nei pressi della chiesa
* Si ripartirà dopo il pranzo e, seguendo il sentiero in regione Pianezze fino al Paulat, scopriremo quanto rimane di un antico lago morenico (Km 2)
* Si raggiungeranno quindi i ruderi di San Nicola di Grimaldengo (secc X - XI)
* Rientro a Vialfrè (Km 2) e prosecuzione verso Bessolo passando dalle frazioni di Cesare e Gatto per abbreviare il percorso e chiudere l'anello (Km 4)
 
Data la tipologia di percorso, in caso di cattivo tempo, la passeggiata verrà rimandata a data da destinarsi. 
 
Lunghezza del percorso: il percorso ha uno sviluppo di circa 15 km.
Tempo di percorrenza e soste: circa 6.30 ore procedendo con calma più la pausa pranzo di circa 1 ora.
 
 
Informazioni a carattere storico ed artistico verranno fornite lungo il percorso dalla professoressa Luigina Enrico ( insegnante e studiosa d'arte )
 
Consigli per il cammino:
 
Il percorso non presenta grandi difficoltà, sono tuttavia necessari per i pochi tratti collinari piuttosto ripidi abbigliamento e soprattutto calzature adeguate al cammino su sentieri sterrati e fangosi, consigliati i bastoncini per i tratti collinari. Si inviata a portare con se abbondante scorta d'acqua, protezione in caso di sole (occhiali, cappellino, crema solare), protezione in caso di pioggia.
 
 
Si precisa che:
L'associazione "Via Romea Canavesana Onlus" non si assume responsabilità per eventuali incidenti o danni a cose o persone che si verificassero prima, durante e dopo le gite sociali.
L'Associazione non può render nulli i normali rischi connessi alla circolazione su strade aperte al traffico. Ogni partecipante deve assumere in proprio tali rischi e comportarsi con prudenza, osservando le normative vigenti.
Si ricorda che Via Romea Canavesana Onlus è un'associazione, non un'agenzia turistica, gli accompagnatori sono tutti volontari non retribuiti, pertanto i partecipanti sono invitati a collaborare, osservando le regole e il programma, rinunciando fin d'ora a qualsivoglia diritto contro l'associazione stessa per danni derivanti dallo svolgimento delle attività sociali ed in particolare rinunciando alla querela.

 

 

Seguici su:  
Facebook YouTube NewsLetter
Preferiti Segnala Stampa Caratteri Grandi Caratteri Piccoli